Contenuti della pagina - Menu principale - Ricerca nel sito

I servizi predisposti dal Sistema TS sono destinati ai:

  • Cittadini per:
    • Esercitare il diritto di Opposizione all’invio dei dati delle proprie spese sanitarie all’Agenzia delle entrate ai fini della precompilazione della propria dichiarazione dei redditi. Tale esercizio deve essere svolto nel periodo temporale annualmente comunicato dall’Agenzia delle entrate (generalmente il mese di Febbraio).
  • Soggetti tenuti alla trasmissione telematica dei dati di spesa sanitaria (e veterinaria):
    • Strutture sanitarie (accreditate e autorizzate non accreditate);
    • Farmacie e Parafarmacie;
    • Medici chirurghi e Odontoiatri;
    • Professionisti sanitari (psicologi, veterinari, infermieri, tecnici radiologi, ostetrici);
    • Ottici.

    Le modalità di trasmissione telematica delle spese sanitarie sono regolamentate da specifici decreti che interessano:

    • dal 1° gennaio 2015, le strutture pubbliche e quelle private accreditate al SSN per l’erogazione di prestazioni sanitarie e gli iscritti all’albo dei medici chirurghi e degli odontoiatri;
    • dal 1° gennaio 2016, le strutture autorizzate per l’erogazione dei servizi sanitari (ancorché non accreditate con il SSN) e i grossisti di farmaci veterinari autorizzati alla vendita al dettaglio, nonché gli ottici, parafarmacie e professionisti sanitari (psicologi, infermieri, ostetrici, tecnici radiologi e veterinari).

    La trasmissione dei dati deve essere effettuata entro il 31 gennaio dell’anno successivo (ad es. per le spese sanitarie e veterinarie sostenute nell’anno 2017, la trasmissione telematica dei relativi dati deve essere effettuata entro il 31/1/2018). I dati da trasmettere al Sistema TS riguardano: le ricevute di pagamento, gli scontrini fiscali e gli eventuali rimborsi relativi alle spese sanitarie e veterinarie sostenute da ciascun assistito.